Imprenditoria 4.0, comunicazione, web e social network, ne parliamo con Leo Aruta, Mr. "plotter HP"

Oggi prendiamo un caffè con un imprenditore che ama definirsi come uno che "si è fatto da solo e che va a sporcarsi le mani di inchiostro dai clienti"! Lui è CEO e Amministratore Unico di "DYNAMICS S.r.L." nonchè Partner certificato HP Plotter, Premiato come Partner Plotter Hp N. 1 in Italia e tra i primi 100 di Emea (Europa, Medioriente e Africa)! Diamo il benvenuto al Dottor Leo Aruta!


Allora, Dottor Aruta; intanto grazie mille per aver accettato di essere mio ospite! I miei lettori ed io vorremmo conoscere prima Leo Aruta uomo, e poi l'imprenditore di successo! Le va di raccontarsi e raccontarci, in poche parole, qualcosa di Lei?

Grazie a Lei dott.ssa Ciccarelli per l’opportunità. Sono un sessantenne con la testa di un quarantenne e con un fisico che, grazie a Dio, ancora regge i ritmi assurdi cui lo sottopongo... Ho una splendida moglie, che mi supporta in tutto, e due meravigliosi figli che hanno preso la loro strada senza nessun mio intervento... Lavoro sodo per 5 giorni ma nel week end lascio spazio alla famiglia ed alle mie passioni quali la fotografia, i viaggi, la lettura, la musica, il cinema e la buona tavola con gli amici di una vita. Passo anche parecchio tempo sui Social. Trovo la scusa che lo faccio per lavoro, in realtà mi piace ma so anche che si tratta di un ecosistema ove non puoi assentarti per troppo tempo. Sarebbe come invitare amici a casa e non interagire con loro.

Come imprenditore ha attraversato i cambiamenti dell'economia italiana, a partire dal boom economico ( o finto tale ) degli anni 80 ( periodo più o meno in cui Lei ha iniziato la sua carriera, mi corregga se sbaglio ) , passando per il "decadimento" degli ultimi venti anni, fino al cambiamento che stiamo vivendo oggi. Come giudica l'attuale situazione politico/fiscale in Italia e che suggerimento si sentirebbe di dare alle nuove generazioni che puntino verso la piccola e media impresa?

La situazione attuale è molto complessa ma offre ancora molte opportunità per chi le sa cogliere, ovviamente. Alle nuove generazioni dico quello che ripeto a i miei figli ogni giorno: metteteci impegno, passione e studio e siate digitali. Prima o poi i risultati arriveranno.


Quali sono le maggiori difficoltà che riscontra nel rapporto con i suoi potenziali clienti? Noi ci orientiamo verso la fascia alta del mercato, ossia verso quei professionisti e quelle aziende che privilegiano quella che io chiamo la “catena del valore” dove a fare la differenza non è il prezzo ma è la qualità dei servizi offerti. Abbiamo difficoltà verso la fascia medio/bassa del mercato perché è quella che si rivolge al web e che cerca esclusivamente il prezzo. E sul web, almeno nel nostro settore, ci sono moltissimi evasori di IVA.

Chi sono e che rapporto ha con i suoi competitor? Ovviamente senza fare nomi 😉 I miei competitor sono solo tutti gli altri partner certificati Hp. Con molti di essi intrattengo ottimi rapporti e imparo molto.

La sua lungimiranza (e forse anche un po' della sua napoletanità) Le hanno permesso di cavalcare l'onda del cambiamento di cui parlavamo prima, dovuto anche alla forte e veloce digitalizzazione in atto! Allora Le chiedo: come e quanto hanno influito Internet e i social network , sul suo progetto puramente di marketing?

Devo tutto al web. Se ieri ero a Brera a parlare di plotter con una nota archistar italo/argentina è perché mi ha individuato attraverso la Rete. Ormai l’engagement principale avviene in internet. Ovviamente investo molto anche sull’advertising!

In virtù di questo, Lei è presente (oltre che con i suoi siti istituzionali), su diverse piattaforme online (Twitter e Linkedin) così come su social network come Facebook e Instagram, differenziando i suoi contenuti in base al suo target di pubblico e al tipo di social, appunto. Arrivare a questo, è stata una sua intuizione, oppure ha fatto tesoro degli insegnamenti dei professionisti della comunicazione, presenti online?

Ho iniziato da solo dopo aver visto, ormai una quindicina di anni fa, uno "speech" di Montemagno in Smau a Milano. Eravamo appena entrati nel famoso web 2.0… Ho aperto un blog su Splinder (si chiamava "ferrosbattuto"); poi sono seguite molte notti a studiare ed a cercare di capirci qualcosa di html, css, wordpress etc…Poi sono arrivati i guru del web (quelli veri), oltre a Monty, ho iniziato a seguire Rudy Bandiera, Riccardo Scandellari ed altri. Ho aperto account su Facebook, Twitter, Linkedyn, Gplus ed altri. Ho partecipato a corsi di formazione ed eventi ed eccoci qui…

Il 25 Settembre 2017 viene premiato all' "Hp Designjet Emea Champions" come partner Hp n. 1 in Italia e tra i primi 100 di EMEA (Europa, Medioriente e Africa)! Questo meritato riconoscimento, lo vede come un punto di arrivo o di partenza?

E’ stato un onore ed ovviamente un piacere veder riconosciuti i sacrifici miei e dei miei collaboratori. Ho ringraziato tutti coloro che hanno reso possibile un simile risultato. Lo considero un punto di partenza che mi ha dato un bel carico ulteriore di responsabilità. Però oggi il mercato sa e si rivolge a me per sentirsi più tutelato. Non posso deludere chi crede in me!

Domanda di rito, che faccio a tutti i miei ospiti: i sogni e i progetti futuri del Dott. Leo Aruta ?

Continuare, a Dio piacendo, a provare il senso di libertà che solo il lavoro riesce a darmi. Naturalmente percorrendo un po' di km in meno….


Leo Aruta

Paola Ciccarelli Consulting

#imprenditoria #marketing #plotterhp #impresa #comunicazione #web #socialmedia #assistenzaclienti #CEO

139 visualizzazioni
  • Black Facebook Icon
  • Black Instagram Icon
  • Black Twitter Icon
  • Black Icon LinkedIn
  • Black Pinterest Icon
telegram-app.png

Copyrights © 2019 Blog personale di Paola Ciccarelli - Tutti i diritti sono riservati.